Anche in Molise arriva il latte prodotto nei Paesi esteri

Anche in Molise arriva il latte prodotto nei Paesi esteri

26 Novembre 2019 Off Di Giuseppe Pittà

A volte ritornano, sono i testimoni di una informazione che si veste di novità, proponendo vecchie vicende e presentandole come nuovissime.

Parliamo della vicenda, scomodissima, del latte che proviene dall’estero, che è pratica assolutamente legale, perché l’estero in questo caso è costituito da Paesi che sono nella Comunità Europea e in Europa esiste la libera circolazione delle merci:

Il latte è materia prima ma è appunto merce e può essere acquistato in ogni luogo d’Europa.

Ora c’è questa trasmissione, che va in onda sui canali nazionali della Televisione di Stato, che si è affiancata gli agenti della Finanza e della Polizia, quando questi hanno bloccato dei camion cisterna che trasportavano questo oro bianco, il latte.

Abbiamo visto ed ascoltato, partenza dalla Germania, ma anche dalla Spagna e da altri posti, destinazione Italia, un po’ ovunque, perfino in Provincia di Campobasso.

Apriti cielo. Scatta la preoccupazione per questa novità, che nuova non è affatto, visto che se ne parla da tempo, come ben sanno i produttori molisani, che da anni lottano per il prezzo, ma anche per la valorizzazione del loro prodotto.

Lotte che hanno visto in prima linea la Coldiretti e tante altre sigle in rappresentanza dei produttori.

Ricordiamo le rimostranze della Coldiretti, quando chiedeva la stampigliatura, sui prodotti, dei luoghi di origine della materia prima, quando si appellava al Ministero di controllare perfino le mosse dell’Agenzia che si occupava delle robe delle produzioni, come le quote latte e le coperture falsissime, consegnate dalle istituzioni alla Comunità Europea, coperture fatte da atti taroccati, usate per coprire il flusso del latte estero in Italia, una concorrenza sempre considerata dai produttori italiani, assolutamente scorretta.

Così succede che ogni tanto ritorna un servizio, un piccolo moto di indignazione, che cerca di rinnovare una verità, scomoda e scorretta, che però gira sulle strade da molto, ma molto tempo.

Intanto qualche responsabile di azienda ha parlato, lanciando nell’etere la domanda “ma noi, scusate, ci dite dove lo dobbiamo prendere il latte, se in Molise tutto il latte che ci serve non c’è e se i produttori che sforano la raccolta, a causa delle fatidiche quote sono multati e pure alla grande?”.

Sinceramente non siamo molto sicuri che hanno proprio torto.