Disagi al cimitero di Campobasso. Roberto Gravina risponde alle accuse

Disagi al cimitero di Campobasso. Roberto Gravina risponde alle accuse

4 Agosto 2020 Off Di Redazione

Al cimitero di Campobasso continuano i disagi. Gli allagamenti determinano umiliazioni sopportate dai parenti dei defunti che devono fare i conti, nonostante abbiano pagato puntualmente, con un degrado ambientale scandaloso e inaccettabile.

L’amministrazione comunale non può e non deve più tergiversare, vi è una responsabilità amministrativa e vi è una responsabilità morale, che richiedono azioni tempestive. Troppi cittadini allo strazio del lutto familiare sono costretti ad aggiungere penose situazioni di degrado e abbandono: il cimitero dovrebbe essere un luogo di riconciliazione e di pace, ma per molti è diventato un luogo di preoccupazioni. Queste le lamentele poste all’amministrazione Gravina dal Capogruppo della Lega Alberto Tramontano.

Dalla denuncia non è tardata ad arrivare però la dichiarazione del primo cittadino Roberto Gravina che dichiara guerra all’impresa che gestisce la struttura.

“Il Comune, afferma, è danneggiato da questo stato delle cose e da quanto si verifica all’interno di un settore del cimitero a seguito delle precipitazioni temporalesche”.

Un problema che però, ribadisce, è legato ad un contratto sottoscritto nel 2009 e ad una autorizzazione straordinaria a costruire questi loculi rilasciata nel 2018.