In Italia occorre un serio piano di prevenzione e sicurezza degli edifici

In Italia occorre un serio piano di prevenzione e sicurezza degli edifici

17 Agosto 2018 Off Di Redazione


E’ necessario un piano straordinario che consenta da un lato di fare un censimento del patrimonio edilizio per poter avviare le necessarie opere di risanamento e di adeguamento antisismico con gradualità; dall’altro di adeguare le norme tecniche ed investire più risorse nella ricerca di materiali da costruzione più adatti e rispondenti a livelli di maggior sicurezza.

Così si è espresso l’europarlamentare Aldo Patriciello, commentando le recenti scosse di terremoto. Oltre 21,5 milioni di italiani abitano in aree del Paese esposte a rischio sismico molto o abbastanza elevato e altri 19 milioni risiedano nei comuni classificati in zona 3. Un’azione di prevenzione e contenimento dei danni derivanti dal sisma è possibile, soprattutto rendendo gli edifici capaci di resistere alle sollecitazioni senza provocare danni alle persone.