Caso Victorine. Ascoltati in Procura a Larino il compagno e il fratello di quest’ultimo

Caso Victorine. Ascoltati in Procura a Larino il compagno e il fratello di quest’ultimo

23 Gennaio 2020 Off Di Manuel Mori

E’ancora avvolta nel mistero la morte di Victorine Bucci, la donna che fece perdere le sue tracce lo scorso 18 dicembre a Termoli.

Dopo il ritrovamento nelle ultime ore della sua Fiat panda rossa rinvenuta nelle acque del porto di Termoli dai Carabinieri Sommozzatori  e del corpo di una donna, di cui la procura di Larino ne ha confermato l’identificazione e che stanno analizzando i medici dell’Istituto di Bari, spuntano nuovi retroscena

Secondo alcuni, pare che la 42enne fosse stata avvistata in mattinata al porto, verso le 10, tuttavia adesso è spuntato un nuovo filmato che riprende l’auto mentre prosegue a velocità sostenuta verso il molo, posto da dove la Panda non sarebbe più uscita, verso le 5 e le sei del mattino, o per lo meno, questo è quanto emerso dalle immagini video di una azienda locale.  In queste ore sono stati stato ascoltati in Procura anche il compagno di Victorine, un uomo di Termoli e il fratello di quest’ultimo. Cercando di ricostruire la dinamica, però le cose sembrano non tornare. Come mai l’auto è stata ritrovata soltanto ora quando le ricerche in quella zona erano già state effettuate in precedenza? I magistrati della Procura di Larino, sono impegnati ormai da tempo per cercare di dare risposta a tale quesito. Intanto la questione ha attirato l’attenzione di tutti anche sulle reti nazionali. Si attendono ora i risultati dell’autopsia e dei rilievi effettuati sulla sua auto, dati che potrebbero portare a risposte più chiare per mettere insieme i pezzi del puzzle di questa storia di cronaca che ha toccato l’intera regione e non solo.