Intense attività, la Guardia di Finanza del Molise tira le somme

Intense attività, la Guardia di Finanza del Molise tira le somme

22 Giugno 2018 Off Di Redazione


Contrasto all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali, ma anche agli illeciti in materia di spesa pubblica, alla criminalità economico finanziaria e ai traffici illeciti. Queste alcune delle intense attività che hanno impegnato la Guardia di Finanzia molisana nel corso del 2017 e nei primi mesi del 2018.

Nel settore tributario sono state eseguite 103 verifiche e 361 controlli. 79 i denunciati e sequestrati beni per 7,6 milioni di euro. Con riferimento alla c.d. economia sommersa, individuati 109 evasori totali per complessivi 15 milioni di IVA.  Nei guai 23 datori di lavoro per aver impiegato 44 persone “in nero” o irregolarmente.

In materia di prodotti petroliferi sono stati eseguiti 24 controlli ed accertata un’accisa evasa di oltre 6 milioni di euro. Segnalati all’Autorità Giudiziaria 22 responsabili.

33 gli interventi in materia di contrasto al gioco ed alle scommesse illegali: 63 soggetti verbalizzati.

Circa scontrini e ricevute fiscali, su 3.432 interventi rilevata l’11% di irregolarità

Poi la Spesa pubblica. Alla Corte dei Conti segnalati 146 soggetti responsabili di aver cagionato danni erariali per oltre 31 milioni di euro, nonché proposto il sequestro conservativo di beni per circa 13 milioni  euro.

58 i controlli su indebite percezioni di contributi di origine comunitaria, nazionale e locale: percepite erogazioni pubbliche illecitamente per oltre 4,6 milioni di euro. Deferiti 23 responsabili.

Nella spesa sanitaria individuate una frode per oltre 9 milioni di euro. In tre denunciati alla Magistratura

Negli appalti pubblici assegnati irregolarmente 1,8 milioni di euro. Individuati 3 responsabili. Altri 36 soggetti sono stati deferiti perchè responsabili a vario titolo di reati contro la Pubblica Amministrazione.

105 controlli sono stati eseguiti sulle prestazioni sociali agevolate e ticket sanitari, 58 dei quali si sono conclusi con la scoperta di irregolarità.

Quanto a riciclaggio ed auto riciclaggio per 11 milioni di euro nel mirino in 15.

60 i controlli nei riguardi dei c.d. money transfer per individuare e reprimere l’eventuale uso di tali canali per il finanziamento del terrorismo.

In materia di reati fallimentari denunciati 34 soggetti per bancarotta fraudolenta perpetrata mediante la distrazione di beni del valore complessivo di oltre 102  milioni di euro.

Confiscati beni per un controvalore di oltre 6,6 milioni di euro.

Immancabile l’attività in tema di contraffazione di marchi, diritti d’autore, sicurezza dei prodotti e tutela del Made in Italy. Sotto sequestro 72.736 articoli, 62 i responsabili. Infine l’impegno nel contrasto al traffico di stupefacenti. Sotto sequestro oltre 1.326 kilogrammi di droghe. Verbalizzati 636 soggetti. 29 gli arrestati, 63 i denunciati e 527 i segnalati all’Autorità Prefettizia in quanto assuntori di sostanze stupefacenti.

Resta a disposizione dei cittadini la pubblica utenza “117” per segnalazioni, denunce e richieste di aiuto. Sul territorio impegnate 4.000 pattuglie. Rafforzato pure il presidio marittimo a contrasto di ogni illecito di natura economica e finanziaria perpetrato in mare