LA FINESTRA SUL CORTILE: Alcuni pericolosi incroci nel Centro di Campobasso

LA FINESTRA SUL CORTILE: Alcuni pericolosi incroci nel Centro di Campobasso

9 Gennaio 2020 Off Di Giuseppe Pittà

Ci occupiamo di due incroci stradali a Campobasso, oggi, per la nostra rubrica “La Finestra sul Cortile”.

La prima segnalazione riguarda l’incrocio tra via Monsignor Bologna, Viale Manzoni e via Amedeo Trivisonno, a pochi passi dall’ex Campo Sportivo “Romagnoli”, oggi circondato da un affollatissimo parcheggio.

Le indicazioni di precedenza sono davvero molto semplici, per il fatto che da sempre i veicoli provenienti da via Monsignor Bologna, che vogliono immettersi in viale Manzoni o posizionarsi verso la stessa Monsignor Bologna e verso via Cavour, devono assolutamente dare la precedenza ai veicoli provenienti da via Trivisonno, i quali, tra l’altro, dal semaforo posto all’incrocio stradale davanti il Conservatorio Musicale, sfilano giù con una certa sostenuta velocità.

La criticità deriva dal fatto che la scritta dello STOP è ormai pressoché illeggibile e il Cartello di STOP, visibile nel passato, è stato del tutto rimosso, con il palo di sostegno tagliato alla base.

Questo fa del luogo un incrocio assai problematico e pericoloso, per l’incolumità degli automobilisti e dei pedoni, che si trovano a passare sulle strisce, tra l’altro in alcuni punti perfino mal segnalate, con cartelli voltati in modo assurdo ed incomprensibile.

Altro punto critico riguarda l’abitudine, ormai consolidata, degli automobilisti che, provenienti da via Crispi verso via Garibaldi, ignorano assolutamente la precedenza da dare a destra, in pratica prendendosi letteralmente la strada e inibendo la precedenza ai veicoli che provengono da via Francesco Colitto e vanno nella stessa direzione.

Segnaliamo che in via Crispi non esiste alcuna indicazione che preveda la precedenza, che deve essere data, al contrario, a chi proviene da via Colitto, strada in cui manca qualunque cartello di segnalazione in tal senso, se non uno con la freccia bianca su fondo blu che ne certifica la direzione obbligatoria ed un altro, a pochi metri, del triangolo rovesciato, che certifica l’obbligo di dare la precedenza, ma riguarda solo e soltanto i veicoli in uscita dal parcheggio situato in una vicina area.

Naturalmente segnaliamo a chi di competenza i due punti critici, chiedendo ogni azione al rispetto delle norme, a che tutti possano sentirsi garantiti dall’attenzione delle istituzioni.