Nel vivo a Campobasso i festeggiamenti per la Festa del Corpus Domini

Nel vivo a Campobasso i festeggiamenti per la Festa del Corpus Domini

1 Giugno 2018 Off Di Redazione

Il Corpus Domini è la festa più importante di Campobasso.

La città si predispone ad accogliere le miglia e migliaia di visitatori, che sono richiamati soprattutto dalla Sfilata dei Misteri di domenica mattina e dai numerosi eventi musicali, artistici e culturali che sono previsti a partire da oggi.

Intanto la città cerca di vestirsi a nuovo, si stanno rattoppando le buche nelle strade, soprattutto al centro, si sta tagliando l’erba nelle aiuole, si stanno allestendo gli stand di legno che ospitano ed ospiteranno le merci dei numerosi commercianti e le delegazioni, con materiale pubblicitario e tanto altro, dei borghi più belli e di eccellenza della regione, proposti attraverso l’iniziativa denominata “La Città dei Misteri tra Borghi e Tradizioni”.

Tutto e tutti sono in fermento, in arrivo ancora moltissimi ambulanti che vanno ad occupare i siti scelti dal Comune e predisposti per la vendita al pubblico di merci ed oggetti, spesso introvabili negli altri giorni dell’anno.

La tradizione, infatti, vuole una sorta di dominio, perfino culturale, delle “bancarelle”,  moltissime portate da migranti e dai chiari contesti etnici;  si può dire che invadono la città, favorendo, con i colori, i profumi e i suoni, la gioia, sempre coinvolgente, dei campobassani e dei visitatori.

Intanto si comincia anche con gli eventi serali:  alle 18,30 in piazza della Vittoria, il “3° Festival del Folklore” a cura della Polifonica Monforte di Campobasso. Performance del Trio Taranta di Napoli, le Terre del Sud di Lanciano e il Nuovo Borgo di Vinchiaturo, mentre la Polifonica Monforte apre il Festival con un omaggio alla Sagra dei Misteri.

Alle 20, sempre in piazza della Vittoria, il Contest per giovani band, dedicato a “Gianluca Fuso”.

Importante sottolineare, per i tre giorni di Festa, l’evento ludico-sportivo, nell’area verde di Via Matris, il LaserTag, con simulazioni tattiche non violente e in piazza Vittorio Emanuele la mostra mercato “Fierrviecchie” a cura degli Amici del Collezionismo.

Una riflessione finale che ci sembra davvero significativa anche dei tempi attuali, la città sembra totalmente in sicurezza, con una presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine come non si era mai vista finora