Messaggi e testimonianze nella ricorrenza della “Giornata della Legalità”

Messaggi e testimonianze nella ricorrenza della “Giornata della Legalità”

23 Maggio 2020 Off Di Giuseppe Pittà

La Giornata della Legalità, per noi in Molise, cade in un momento davvero particolare, nei giorni in cui Carabinieri, Guardie di Finanza e Magistrati arrestano decine di criminali, che avevano intenzione di soggiogare il territorio ai loro traffici ed alle loro intenzioni delinquenziali.

Una Giornata, che assume un rilievo particolare e che registra, nei fatti, questa azione positiva e, nelle comunicazioni, la partecipazione delle Istituzioni, come quella del Presidente Donato Toma, che ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e gli uomini delle scorte e comunica la partecipazione molisana al flash mob proposto da Maria Falcone, sorella del Magistrato siciliano.

Anche il presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, rinnova, in una nota. l’impegno a ricordare gli eventi, a parlarne sempre, in modo da non dimenticare che la lotta contro la Mafia e le altre Organizzazioni criminali è una lotta necessaria e di vitale importanza per procedere verso la legalità.

Non si sottrae al commento, Leontina Lanciano, Garante regionale dei Diritti della Persona, che ricorda che bisogna trasmettere ai giovani il concetto semplice di “avere il coraggio di essere al servizio degli altri”.

Tra gli interventi di questa Giornata della Legalità, l’intervento dell’Istituto di Istruzione Superiore “Majorana-Fascitelli”, attraverso la testimonianza delle iniziative svolte nel corso degli anni, comprese le esperienze di studenti e docenti alla “Nave della Legalità”.