Le proposte di Unilever per lo stabilimento di Pozzilli

Le proposte di Unilever per lo stabilimento di Pozzilli

4 Febbraio 2020 Off Di Giuseppe Pittà

Si è protratta fino a tarda sera la riunione che ha tenuto impegnate tutte le parti sociali, interessate alla ricerca di un punto di mediazione sulla vicenda dello stabilimento Unilever di Pozzilli.

All’incontro, a Palazzo Vitale, erano presenti il Presidente Toma, a cui si deve la convocazione, gli Assessori regionali Mazzuto e Niro, oltre la presidente del Nucleo Industriale di Pozzilli, i rappresentanti della Direzione Aziendale della Unilever, i Sindacati e l’Associazione Industriale del Molise.

Il confronto è stato lungo e perfino complesso, ha ruotato soprattutto sulla conferma dell’Unilever della sussistenza di un processo di revisione, complessiva e riorganizzativa, dell’intero netwotk europeo, nel segno però di una decisione che non è stata ancora assunta per quanto riguarda lo stabilimento di Pozzilli.

Intanto i rappresentanti dell’Azienda hanno avanzato una proposta, comprensiva di alcune azioni:

  • Un accordo su Industria 4.0 con l’avvio di un progetto pilota, che vedrebbe anche un investimento per la riqualificazione e la ricollocazione dei lavoratori;
  • Un avvio di un Tavolo permanente per salvaguardare i livelli occupazionali e il mantenimento del sito sul territorio, anche usando i pre-pensionamenti e il supporto delle istituzioni;

Naturalmente l’azienda ha chiesto la ripresa delle relazioni sindacali e delle normali attività produttive.

I sindacati hanno preso atto delle proposte avanzate e si sono riservate di sottoporle ai dipendenti, al fine di successive decisioni e di eventuali controproposte.