Legge editoria: i Consiglieri dell’Ordine dei Giornalisti, Lupo e Bertoni, incontrano il presidente Toma.

Legge editoria: i Consiglieri dell’Ordine dei Giornalisti, Lupo e Bertoni, incontrano il presidente Toma.

15 Maggio 2019 Off Di Giuseppe Pittà

I consiglieri dell’Ordine dei giornalisti del Molise, Antonio Lupo e Domenico Bertoni, hanno incontrato il Presidente della Giunta regionale Donato Toma per parlare della crisi dell’editoria nel territorio della Regione e cercare le eventuali soluzioni, da mettere subito in campo per risollevare le sorti del settore.

L’’incontro è avvenuto in seguito ad una mozione, presentata dai due consiglieri e votata a maggioranza dal Direttivo dell’Ordine, mozione inerente alcune specifiche richieste da sottoporre al Presidente ed al Consiglio regionale e che da’ seguito alla Giornata di Sensibilizzazione sulla stampa, tenutasi il 3 maggio in Piazza Vittorio Emanuele II a Campobasso.

Le tematiche del dialogo hanno riguardato essenzialmente lo “Sblocco immediato dei fondi della Legge Regionale numero 11 del 2015, inerente al Bando del 2018.

Il Presidente ha promesso di sottoporre, in settimana, alla Giunta, per la conseguente ratifica, l’istruttoria presentata dal Corecom.

L’impegno è la verifica tecnica dei soggetti destinatari dei fondi e la loro assegnazione.

Poche settimane anche riguardo allo sblocco dei fondi non erogati e relativi ai bandi precedenti, per i quali è in corso un lavoro quotidiano della Struttura regionale.

Si è parlato anche della Legge regionale numero 11 del 2015, sull’esigenza di alcune eventuali modifiche e, soprattutto, sulla copertura finanziaria per i prossimi anni.

Il presidente Toma ha ripercorso l’iter che ha portato di recente all’approvazione del Bilancio pluriennale, inserendo all’interno la copertura finanziaria per la Legge sull’editoria, con una dotazione economica complessiva pari a tre milioni di euro per il triennio dal 2019 al 2021.

intanto il Presidente Toma ha rassicurato i consiglieri Lupo e Bertoni, sottolineando che è in corso di studio, da parti di esperti, la modifica di alcune parti della legge a sostegno dell’editoria, cercando di rendere il testo normativo più attuale al settore e soprattutto di maggior beneficio per l’intera categoria del giornalismo.