Per la Banca d’Italia l’economia molisana sta vivendo uno stato di forte incertezza

Per la Banca d’Italia l’economia molisana sta vivendo uno stato di forte incertezza

12 Novembre 2020 Off Di Giuseppe Pittà


Ritroviamo, in tempo di contagio da covid, i dati dell’economia in Molise, attraverso un aggiornamento congiunturale del consueto Rapporto, che viene presentato, in ogni regione, dagli operatori e dai dirigenti della Banca d’Italia.

Questa mattina, strettamente in modalità a distanza, la presentazione dalla sede della Filiale di Campobasso, dove  i dottori Alessandro Tosoni e Marco Manile si sono divisi il compito di illustrare i vari andamenti economici e del settore del credito.

I lavori sono stati illustrati in premessa dal dottor Marcello Malamisura, Direttore della Filiale, che abbiamo intervistato.

Un andamento complessivo fortemente influenzato dalla recrudescenza dei contagi e con la forte preoccupazione che viene dalla maggior parte dei cittadini.

Una ripresa che si era potuta registrare nei mesi estivi, che, seppur leggera, mostrava segni positivi nei vari settori, da quelli manufatturieri alle costruzioni e ai servizi, ma che immediatamente ha modificato il segno più con quello meno, producendo un calo sistematico degli elementi sostanziali all’intera economia in regione.

Tra i cali, significativi quelli dei consumi, che indicano una preoccupazione diffusa, nonostante i sostegni nazionali e locali, soprattutto come fattori di risorse, vedi le varie Casse di integrazione, Redditi di cittadinanza e di emergenza.

Sussiste intanto anche un importante clima di sfuiducia delle famiglie, che si converte nella poca serenità con cui si affronta una situazione che oggi appare decisamente poco felice e non solo per il verso della tutela della salute, ma anche per le condizioni di vita e per i mutamenti di abitudini e di percorsi quotidiani, economici, sociali e culturali che siano.