Ferragosto: museo e bagni chiusi nella Riserva di Montedimezzo

Pienone di vacanzieri nel giorno di Ferragosto contraddistinto da sole e temperature non eccessive. Le località di mare l’hanno fatta da padrone, tutto esaurito in molte strutture ricettive del litorale adriatico molisano e abruzzese. Turisti italiani soprattutto, ma pure stranieri in misura minore hanno affollato la riviera per trascorrere la ricorrenza dell’Assunta al mare. Oltre un migliaio sono salpati dai porti di Termoli e Vasto alla volta delle Isole Tremiti.

Ma in molti hanno preferito anche la quiete nelle campagne, tra i boschi dell’Alto Molise, una passeggiata per non perdersi le cascate a Carpinone o sul ponte tibetano a Roccoamandolfi. Tra le scampagnate di metà agosto non potevano mancare comitive nei pressi dei laghi di Occhito e del Liscione o, verso l’interno, tra il verde del bosco Corundoli a Montecilfone e a Colle dell’Orso di Frosolone e Prato Gentile a Capracotta.

Per coloro più interessati a godersi una giornata all’insegna della cultura una visita ai castelli di Civitacampomarano o Venafro, a palazzi storici e ai musei del Paleolitico ad Isernia e al sito storico di Altilia a Sepino.

Nota stonata di questo Ferragosto la chiusura al pubblico del museo naturalistico e dei servizi igienici nella riserva MAB a Montedimezzo di Vastogirardi. Eppure la bellezza del luogo e la splendida giornata hanno attirato centinaia di turisti tra grigliate, panini e passeggiate alla scoperta della biodiversità in Alto Molise.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: