Dirigenti regionali sospesi dal Tar: la risposta del Presidente Toma al Partito Democratico

Dirigenti regionali sospesi dal Tar: la risposta del Presidente Toma al Partito Democratico

1 Febbraio 2020 Off Di Giuseppe Pittà

L’architetto Giuseppe Giarrusso aveva prodotto un ricorso, rivolto al Tar Molise, relativo alle nomine di alcuni dirigenti regionali, Mariolga Mogavero, Massimo Pillarella, Manuel Brasiello e Claudio Iocca, che non si è costituito in giudizio.

Il Tribunale Amministrativo ha deciso di applicare per loro la sospensione, a partire dal 6 febbraio, data in cui erano a scadenza i loro contratti, e almeno fino al 12 febbraio, che è la data in cui i giudici si ritroveranno in Camera di Consiglio per decidere in merito al ricorso.

Queste le notizie relative all’iter giudiziario, mentre il dato politico ci racconta la risposta che Presidente della Giunta regionale, Donato Toma dà ai consiglieri regionali del Gruppo del Partito Democratico, nonché esponenti di spicco dello stesso partito, Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla, che avevano criticato fortemente  la decisione dei vertici regionali di rinnovare i contratti ai menzionati dirigenti.

Il Presidente sottolinea di aver adottato la stessa, identica procedura di quella seguita dalla Giunta Frattura, di cui Facciolla era vice presidente ed assessore e la Fanelli sostenitrice.

A suo tempo la decisione fu impugnata, ma ne seguì una sentenza favorevole ed è per questo che la Giunta attuale e il suo Presidente sono fiduciosi, aspettandosi dal Tar ancora una risultanza positiva.