Senza sosta l’impegno del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

Senza sosta l’impegno del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

31 Luglio 2018 Off Di Redazione


Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, è impegnato a perseguire i suoi obiettivi, accelerando notevolmente le varie attività di governo.

Un primo momento riguarda l’approvazione di una relativa delibera di Giunta per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, un tema che deve essere affrontato con la massima attenzione e riguardo al quale bisogna fare ogni sforzo per reperire tutte le risorse necessarie ad adeguare o costruire scuole sicure.

Questo il suo intervento in merito: “Sono 58 le scuole molisane inserite nel Piano Triennale 2018-2020 di interventi in materia di edilizia scolastioca. Si tratta di finanziamenti per interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico”.

Altro importante percorso è quello, approvato anch’esso dalla Giunta regionale, inerente al’Avviso Pubblico per un milione e 750 mila euro per finanziare progetti di pubblica utilità.

“Stasera” – afferma il presidente Toma – “abbiamo approvato un importante provvedimento a favore di soggetti disoccupati, iscritti al Centro dell’Impiegoche siano residenti in Molise, che abbiano esaurito il periodo di copertura degli ammortizzatori sociali o ne siano sprovvisti,che non godano di alcun trattamento pensionistico, che siano interessai da licenziamento collettivo, ad eccezione dei licenziamenti per giusta causa, oppure interessati da cessazione del rapporto di lavoro, compreso le dimissioni per giusta causa o con esclusione delle dimissioni volontarie”.

Per loro tali risorse sono a disposizione di amministrazioni pubbliche, enti pubblici economici, società in house., consorzi, enti del cosiddetto Sistema Molise, che presentino progetti di pubblica utilità.

Un altro punto in agenda è stato reso possibile, il Presidente ha infatti incontrato, in presenza degli Assessori regionali, le Organizzazioni Sindacali per ascoltare i loro rilevi e suggerimenti circa le linee programmatiche predisposte dal governo regionale.

Fa sapere che si è parlato di tutto, toccando i temi di “economia, sanità, politiche sociali, industria, cultura, turismo, ambiente e delle misure e degli interventi urgenti che i sindacati chiedono in tema di politiche del lavoro”, convenendo un percorso comune di concertazione e di monitoraggio attraverso l’attivazione di un Tavolo di confronto permanente”.