Spese istituzionali: Micone e Di Lucente non spiegano, ma attaccano politicamente il M5S

Spese istituzionali: Micone e Di Lucente non spiegano, ma attaccano politicamente il M5S

17 Febbraio 2020 Off Di Giuseppe Pittà

Sembra una qualche vicenda surreale, narrata da un film comico-brillante di medio successo: tu chiedi a qualcuno, nel massimo diritto.

La vicenda è molto semplice, il Movimento, con il suo capogruppo Andrea Greco, chiede, in pieno diritto e nel rispetto delle norme, alcuni lumi circa l’utilizzo di soldi pubblici in occasione di viaggi istituzionali ed ecco che gli esponenti politici, che evidentemente si sentono perseguitati nelle azioni, seppur legittime dei 5 Stelle, invece di rispondere con circostanze precise alle richieste, decidono di attaccare, affermando che il consigliere Greco ed i suoi colleghi hanno una sorta di accordo con l’ex Presidente Michele Iorio, che non viene mai fatto oggetto delle loro curiosità, mentre invece stanno sempre a sottolineare i comportamenti, appunto, di Micone, Di Lucente e Niro, chiedendo notizie, circostanze e delucidazioni.

La cosa sembra davvero strana e parecchio ironica, perciò ci rifiutiamo perfino di aggiungere le considerazioni ricevute in nota sia dagli uni che dagli altri, ché queste vicende davvero non ci ispirano, soprattutto quando stiamo vivendo una crisi regionale che attraversa pericolosamente il Molise e ne mortifica la gente.