Toma ha dato avvio allo spoil system: nominati i cinque componenti della sua segreteria

Toma ha dato avvio allo spoil system: nominati i cinque componenti della sua segreteria

1 Giugno 2018 Off Di Redazione

Davide Vitiello

Con cinque decreti firmati tra il 29 e il 30 Maggio scorsi il Governatore Donato Toma ha dato avvio al cosiddetto spoil system annunciato subito dopo la vittoria delle elezioni regionali e ha provveduto alla nomina dei cinque componenti dell’ufficio di segreteria della giunta, in sintonia con il principio al quale si era ispirato: “squadra che vince non si cambia”.

A cominciare dal portavoce del Presidente, incarico disciplinato dalla legge 150/2000 in materia di informazione e comunicazione nelle Pubbliche Amministrazioni e conferito ad Antonio D’Uva, già vice sindaco di Campobasso nella giunta Di Fabio e collaboratore di Toma nella campagna elettorale che si è conclusa il 22 Aprile con la vittoria del centrodestra. L’incarico del professionista deputato allo svolgimento di attività di comunicazione istituzionale avrà termine il 31 Dicembre prossimo ed è quantificato in 30.800,00 euro più rimborso spese.

Il secondo decreto riguarda la nomina di Maurizio Tiberio, già amministratore al Comune e alla Provincia di Campobasso, al ruolo di consigliere del Presidente in campo economico. L’incarico conferito a Tiberio si concluderà il 31 Dicembre e il compenso sarà parì a 26 mila euro, unitamente al rimborso spese.

Il terzo decreto firmato il 29 Maggio concerne la nomina del professionista Tiberio Brunetti, consulente politico e fondatore di una nota agenzia romana specializzata in comunicazione politica, al ruolo di consigliere del governatore per l’ambito “comunicazione istituzionale strategica”. Come per D’Uva e Tiberio anche l’incarico di Brunetti si concluderà il 31 Dicembre ed è quantificato in 26 mila euro più rimborso spese.

Nella segreteria del presidente Toma entra anche Nunzio Luciano, avvocato, presidente nazionale della cassa forense e candidato con Forza Italia alle elezioni politiche del 4 Marzo scorso. Luciano si occuperà di consulenza giuridica e legislativa per il presidente e il suo incarico, come per i precedenti, avrà durata semestrale. Il noto professionista campobassano percepirà un compenso di 26 mila euro più rimborso spese per trasferte connesse all’espletamento dell’incarico.

L’ultimo decreto riguarda la nomina di Giuseppe Santone come consigliere del presidente in campo amministrativo-gestionale con durata prevista fino al 31 Luglio prossimo e un compenso quantificato in 7.500 euro omnicomprensive.