Il Molise chiede un forte indennizzo dalla Regione Puglia per l’utilizzo delle acque di Occhito

Il Molise chiede un forte indennizzo dalla Regione Puglia per l’utilizzo delle acque di Occhito

6 Febbraio 2020 Off Di Redazione

 

Patrizia Manzo, consigliera regionale di minoranza, ha presentato una interpellanza alla giunta di centro-destra per conoscere le azioni da adottare per giungere ad una programmazione con la Regione Puglia per il Lago di Occhito, attesa da oltre 31 anni e procedere ad una equa compensazione a fronte del mancato utilizzo dell’acqua da parte del Molise.

Con l’interpellanza l’esponente del Movimento 5 Stelle intende, inoltre, evidenziare le inefficienze che si ripercuotono sui contadini e sulle imprese agricole del Basso Molise. L’assessore Nicola Cavaliere solo ultimamente ha certificato un debito di oltre 16 milioni di euro in capo ai Consorzi di Bonifica di Larino e Termoli. E proprio l’ente larinese avrebbe dovuto approvvigionarsi delle acque dell’invaso di Occhito per le proprie esigenze irrigue. In luogo dei 20 milioni di metri cubi d’acqua il Molise negli ultimi 3 decenni ha usufruito di soli 5 milioni ogni anno.