Disorganizzazione e problemi della rete di soccorso sanitario in Molise

Disorganizzazione e problemi della rete di soccorso sanitario in Molise

7 Novembre 2020 Off Di Giuseppe Pittà

Se ne parla da tempo, ma è un argomento che giunge puntuale ogni volta che accade un qualche grave incidente, un episodio che mostra una difficoltà di pronto intervento.

Parliamo della rete del soccorso sanitario, che, secondo il portavoce del Movimento 5 Stelle in regione, Angelo Primiani, è drammaticamente inadeguata.

In una nota afferma che basta leggere la cronaca di questi giorni per comprendere quanto è drammatica la situazione, con una disorganizzazione che appare incredibile  e totale.

“Sempre più spesso” – scrive – “mancano le ambulanze, perché quelle poche che ci sono, vengono utilizzate per il trasporto dei cittadini positivi al covid. Così accade che si verifica un incidente a Campomarino, ma manca l’ambulanza di Termoli e bisogna attendere quella dalla provincia di Foggia”.

La questione riguarda davvero tanti cittadini che risiedono nei paesi, vicini o lontani da dove esistono presidi sanitari.

E’ comunque, piena responsabilità dell’Asrem se nel tempo si sono diminuite le possibilità di intervento. E’ l’Asrem che deve spiegare, insieme a tante altre scelte sbagliate e lontane dalla tutela della salute di tutti, perché ad esempio a Termoli è disponibile una sola ambulanza.

L’atto di scaricare sulle associazioni convenzionate con il 118 responsabilità non loro, non è una buona azione, perché le condizioni organizzative della rete non sono né devono essere di chi mette a disposizione i mezzi, ma di chi realmente organizza le condizioni di intervento.