L’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso pubblica il bando per i “Buoni di Natale” e la manifestazione di interesse per i fornitori

L’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso pubblica il bando per i “Buoni di Natale” e la manifestazione di interesse per i fornitori

8 Dicembre 2020 Off Di Redazione


L’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso, ha pubblicato oggi, l’avviso pubblico “Buoni di Natale” e la relativa manifestazione di interesse per gli esercizi commerciali che vogliono accreditarsi come fornitori, nella sezione news del sito www.ambitosocialecb.it.

Entrambe le domande possono essere presentate mediante la piattaforma SICARE:

Per i cittadini sarà possibile presentare le domande dalle ore 8.00 del giorno 9 dicembre online al seguente link: https://voucher.sicare.it/sicare/buonispesa_login.php

Potranno fare richiesta dei “Buoni di Natale” i cittadini residenti in uno dei 26 comuni dell’Ambito sociale di Campobasso, con valore ISEE familiare non superiore ad euro 10.000,00 (auto-dichiarato nella domanda, per cui non occorre allegare certificazione, salvo richiesta dell’ATS, in fase successiva, in sede di controllo).

Sempre dalle ore 8.00 del 9 dicembre, sarà possibile, anche per le attività commerciali e artigianali dei 26 Comuni dell’Ambito sociale di Campobasso, accreditarsi sulla piattaforma per essere tra gli esercenti dove sarà possibile spendere i buoni. Gli esercizi commerciali o artigianali interessati ad accreditarsi possono presentare istanza online al seguente link: https://voucher.sicare.it/sicare/esercizicommerciali_login.php.

In questo caso, potranno aderire all’iniziativa gli esercizi commerciali o artigianali, identificati nello specifico avviso per manifestazione di interesse, abilitati per: abbigliamento e calzature e relativi accessori; elettrodomestici, elettronica ed informatica; articoli per la casa e “da regalo”; libri e riviste, cartolerie, film, musica e strumenti musicali; ferramenta ed utensili; profumerie e ottici; articoli floreali; enoteche.

Sono esclusi gli esercizi alimentari, anche artigianali, e le macellerie, ristorazione e pubblici esercizi, nonché le Grandi e Medie strutture di vendita.

Sono inclusi gli operatori dei servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti, ecc.).

I link di domanda e di accreditamento, come anche il bando pubblico, sono pubblicati sul sito dell’ATS Campobasso e su tutti i siti dei Comuni dell’Ambito sociale. Sono pubblicati anche gli elenchi delle attività commerciali accreditate (periodicamente aggiornati). Al fine di agevolare i cittadini richiedenti e gli esercizi commerciali o artigianali, sono pubblicati anche i link dei video tutorial per le procedure da seguire su piattaforma SICARE (video tutorial ai soli fini esplicativi e non esaustivi).

Modalità di domanda per i cittadini

La domanda prevede campi obbligatori, in primis il Comune di residenza, e alcune spunte, mentre non va allegato alcun documento. Completata la compilazione in tutte le sue parti e una volta salvata viene trasmessa automaticamente al back office centrale (presso il Comune capofila Campobasso) della piattaforma SICARE. Affinché la compilazione della domanda sia andata a buon fine occorre attendere la dicitura “La registrazione è avvenuta con successo”. Una volta giunte al back office, da qui le domande, distinte per Comune di residenza, vengono elencate cronologicamente dalla piattaforma ed elaborate al fine del calcolo dell’importo economico da erogare, secondo quanto previsto dal bando (in base alla composizione del nucleo familiare). Calcolato l’ammontare dell’aiuto economico, l’importo viene comunicato con notifica SMS al beneficiario. Detto aiuto economico viene erogato in parte come voucher elettronico, l’altra parte come rimborso spese.

Modalità di domanda per gli esercizi commerciali o artigianali

La domanda prevede campi obbligati, similmente a quella riservata per i cittadini. Una volta salvata, perviene automaticamente al back office centrale (presso il Comune capofila Campobasso). A sua volta, l’esercizio commerciale o artigianale riceverà sulla propria e-mail, dichiarata nel campo obbligatorio della domanda, le credenziali di accesso alla piattaforma stessa. Una volta entrati nella piattaforma, gli esercizi commerciali o artigianali possono dare luogo al pagamento del cliente, chiedendo a quest’ultimo il codice fiscale e pin. Periodicamente, gli esercizi commerciali o artigianali rendiconteranno le spese, sempre su piattaforma SICARE e precisamente al back office centrale, per avere il rimborso sul codice IBAN dichiarato in domanda.

Per collegarsi ai link di domanda, si consiglia di utilizzare il browser Google Chrome.

Una volta effettuata la domanda ed inviata, sia i cittadini che gli esercizi commerciali o artigianali riceveranno sulla e-mail, dichiarata in domanda, delle credenziali personali con le quali poter accedere sulla stessa piattaforma SICARE e seguire l’iter della domanda o dell’accreditamento, e dove trovare tutte le informazioni necessarie.

Il buono sarà erogato in forma virtuale, collegandolo al codice fiscale del beneficiario, per cui, tramite un applicativo WEB accessibile anche da smartphone, il beneficiario stesso ed il gestore dell’esercizio commerciale effettueranno, contestualmente e ciascuno per la propria parte, le operazioni virtuali inerenti la transazione.

L’ATS farà pervenire tempestivamente a tutti i beneficiari (oltre che agli operatori economici aderenti) apposito materiale informativo ed esplicativo, anche video, circa l’utilizzo dell’applicativo WEB per la gestione delle transazioni inerenti i buoni.