Ripartiti ai Comuni i contributi per le famiglie con disabili che hanno adeguato le loro case abbattendo le barriere architettoniche

Ripartiti ai Comuni i contributi per le famiglie con disabili che hanno adeguato le loro case abbattendo le barriere architettoniche

11 Gennaio 2021 Off Di Redazione

Dal Sottosegretario alla presidenza della giunta regionale, Roberto Di Baggio, giunge la comunicazione che, attraverso due Determine Dirigenziali, nel fine anno, sono state liquidate, ai Comuni aventi diritto, le somme relative alle annualità 2018, 2019 e 2020, provenienti dal Fondo Speciale per l’Eliminazione e Superamento delle barriere architettoniche.

Si tratta di oltre 300mila euro, che permettono, tramite questo Fondo istituito presso il Ministero dei Lavori Pubblici, ai Comuni di usufruire di un supporto economico in proporzione al fabbisogno indicato dalle singole Regioni, naturalmente in base alle loro esigenze.

Il contributo è stato spalmato sull’intero territorio regionale, con i Comuni capoluogo che hanno ottenuto le cifre maggiori, ma con quelli minori che pur hanno potuto avvalersi di somme abbastanza importanti.

Un esempio è Agnone, che ha ottenuto circa 17mila euro, nell’ambito della Provincia di Isernia, e Petacciato, con 14 mila euro in quella di Campobasso.

Spetta adesso ai singoli Comuni il riparo tra le famiglie aventi diritto, in base alle disposizioni legislative e dietro la presentazione delle fatture dei lavori di adeguamento previsti.

Sono infatti queste le somme destinate a sostenere i costi dei privati cittadini per adeguare, eliminando ostacoli interni e barriere architettoniche, le loro abitazioni private, dove esiste la residenza di persone disabili, che necessitano di fruire della rimozione di ogni tale impedimento.