Cln Cus Molise, carica Roman: “Non vediamo l’ora di giocare vogliamo toglierci delle belle soddisfazioni”

Cln Cus Molise, carica Roman: “Non vediamo l’ora di giocare vogliamo toglierci delle belle soddisfazioni”

31 Dicembre 2020 Off Di Redazione


Il Circolo La Nebbia Cus Molise è pronto a tornare in campo. Lo farà in casa della Tombesi Ortona il prossimo 6 gennaio per recuperare la gara rinviata lo scorso 21 novembre (sesta giornata di andata). Sarà la prima tappa del 2021 per la formazione di Marco Sanginario che vuole confermarsi tra le grandi del torneo, così come avvenuto prima della sosta forzata. A fare il punto della situazione in casa biancorossa è il portiere Diego Roman. “Siamo contenti di poter tornare a parlare di futsal giocato – argomenta – non vediamo l’ora di scendere in campo per una partita ufficiale. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando tanto per farci trovare pronti alla ripresa delle ostilità il 6 gennaio. Vogliamo regalare ai nostri tifosi e a noi stessi delle belle soddisfazioni nell’anno che sta per cominciare”.

La sosta forzata è toccata un po’ a tutte le squadre. Quanto potrà influire a tuo avviso questa pandemia sulla stagione in generale?

“La verità è che ogni atleta quando è costretto a fermarsi durante un campionato, deve poi lavorare il doppio per tornare ad ottimi livelli. Per quanto concerne la pandemia, il vaccino è già una realtà e credo sia  una cosa molto importante per riuscire a debellare questa malattia. Adesso dobbiamo avere pazienza e rispettare le regole cercando di andare avanti nel migliore dei modi. Sono certo, però, che grazie alla ricerca e alla scienza ne verremo fuori così come successo anche per altre malattie che grazie al vaccino non fanno più paura”.

Il Cln Cus Molise era in testa prima del lungo stop. Dove credi potrà arrivare la squadra in questo campionato?

“Siamo consapevoli delle difficoltà che incontreremo, sappiamo che la strada è lunga ancora ma allo stesso tempo abbiamo tante partite da recuperare. Con lavoro e sudore possiamo tornare dove eravamo prima. Scenderemo sempre in campo per fare il massimo nel pieno rispetto delle nostre avversarie ma anche consapevoli dei nostri mezzi”.

Il gruppo è stata da sempre la vostra forza, anche e soprattutto nei momenti difficili. E’ così?

“Posso dire che siamo come una grande famiglia. Ci aiutiamo in campo e fuori e anche per questo sono arrivati degli ottimi risultati. Quando c’è armonia nello spogliatoio tutto è più facile. Sono davvero felice di fare parte di questo gruppo”.

Dando uno sguardo al campionato in generale, quali sono a tuo avviso le favorite per la vittoria finale?

“Difficile dirlo oggi anche per via delle partite che un po’ tutte le formazioni devono recuperare. Posso dire che sicuramente nel 2021 ne vedremo delle belle e ci divertiremo. Per quanto ci riguarda vogliamo essere protagonisti”.