Una Cerimonia semplice, sobria e però toccante a Campobasso per il 25 Aprile

È stato il sindaco Roberto Gravina ed una rappresentante della Prefettura, che a Campobasso hanno deposto una corona di alloro al Monumento ai Caduti per celebrare questo 25 aprile, in un momento difficile per i Paesi europei, coinvolti comunque, a vario titolo, nel conflitto bellico tra Ucraina e Russia.

Alla cerimonia, sobria ma sempre coinvolgente, anche Gilberto Fazzini, 94 anni, che ha perso un fratello per mano dei nazifascisti e che ha lottato per la libertà del popolo italiano.

I giovani di Campobasso hanno voluto essere presenti nel giorno della memoria del 25 aprile, quando, 77 anni fa, si riuscì a liberare l’Italia dal nazismo e dal fascismo..

Hanno voluto celebrare l’evento a loro modo, girando in bicicletta per la città e sostando nei luoghi che ricordano i nomi dei partigiani molisani.

Il loro viaggio nel ricordo si è concluso nei pressi del Murales dell’artista Croma, Claudia Romagnoli, che ricorda la Banda partigiana del triventino Giovanni Porfirio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: