La prossima capienza dello stadio Nuovo Romagnoli sarà di 14 mila posti

In questo avvio di nuovo anno sono molte le discipline sportive bloccate dall’irruenza della variante Omicron nel Paese. Stessa sorte in regione dove, a risentirne maggiormente, è il calcio, primo sport per numero di tesserati e squadre. Ma non si fermano invece i lavori che presto porteranno lo stadio del capoluogo, in contrada Selvapiana, ad ampliare la capienza per gli spettatori a 14 mila posti sulle gradinate, all’incirca il doppio di quelli previsti attualmente.

 

Ad aggiudicarsi le opere due imprese, la locale Fursol per interventi che riguardano la videosorveglianza, cablaggi e impianti tecnologici e un’altra azienda, alto atesina di Bolzano, per l’installazione di tornelli elettromeccanici da porre agli ingressi dell’impianto sportivo per regolamentare e registrare l’ingresso delle tifoserie.

 

La prossima capienza al Nuovo Romagnoli sarà definita in 2600 spettatori in Tribuna Coperta, un altro migliaio nelle Tribune Laterali, poco meno di 5600 ai Distinti e 4700 spettatori nelle due Curve.

 

Per questi lavori l’amministrazione a Palazzo San Giorgio ha impegnato somme pari a 264 mila euro. Poi ci sarà a disposizione poco meno di mezzo milione per la sistemazione delle sedioline e miglioramenti sulla struttura in cemento con l’obiettivo di rendere ancora più accogliente lo stadio e magari tornare ad ospitare le Nazionali o amichevoli di lusso con Club della massima serie

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: