Il Tribunale di Larino dispone gli arresti domiciliari per un 29enne termolese

Responsabile dei reati di tentato omicidio, minacce e danneggiamento aggravato, un termolese di 29 anni è finito agli arresti domiciliari. Ad eseguire la misura gli agenti del Commissariato di via Cina su disposizione del Tribunale di Larino.

La notte del 25 aprile il giovane ha aggredito e minacciato alcune persone, dinanzi un bar in Piazza Donatori di Sangue nella città sul mare, tentando tra l’altro di investirle con l’auto, dandosi subito dopo alla fuga nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Gli uomini della Polizia in poco tempo sono però riusciti a risalire alla identità dell’autore e successivamente, nelle vicinanze della piscina comunale, hanno rinvenuto l’auto utilizzata sulla quale vi erano i segni di danneggiamento riconducibili a quanto accaduto nella violenta rissa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: