Guardie ambientali ed operatori di “Silos” per il sostegno a persone e luoghi

La zona del Bosco Faiete, situato tra Campobasso e Busso, aveva decisamente bisogno di una buona azione di rinnovamento, ma non solo,  anche di chi potesse assumere l’onere di tenerla curata, in modo da accogliere al meglio i visitatori.

Il compito se lo stanno assumendo i giovani dell’Associazione “Guardie Ambientali”, che stanno aprendo il sito anche a varie importanti iniziative, come quella del sostegno ai profughi provenienti dall’Ucraina.

Interessante, tra gli operatori che sono stati dell’iniziativa, anche l’intervento dei membri dell’Associazione di Promozione Sociale “Silos”, che ha posto le azioni culturali al centro di numerosi progetti di aggregazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: